“Grazie all’impegno e alla tenacia dei rappresentanti di Forza Italia, questa notte la commissione Bilancio della Camera ha approvato il rinvio dell’applicazione della direttiva Bolkestein di un anno per ambulanti e balneari. Si tratta di una proroga breve, che testimonia quanto la sinistra avversi queste due categorie di lavoratori, ma per noi è stata una piccola vittoria, che consente di prendere tempo in vista del prossimo anno, quando torneremo al Governo del Paese ed escluderemo entrambi i comparti dalla direttiva Bolkestein”.

Lo affermano Marco Stella, Vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana e coordinatore fiorentino di Forza Italia, e il capogruppo di FI al Comune di Firenze, Jacopo Cellai. Una battaglia sostenuta da sempre anche da Massimo Mallegni, vice coordinatore vicario di Forza Italia, tra i più attivi sul territorio.

“Sono decine di migliaia le imprese familiari nel settore degli stabilimenti balneari e della vendita ambulante – sottolineano Stella e Cellai – e la loro eventuale inclusione nelle maglie della Bolkestein rappresenta un pericolo a livello occupazionale ed economico. Per questo nei mesi scorsi il centrodestra, primo firmatario Stella, ha presentato una proposta di legge in Consiglio regionale per chiedere una proroga di 30 anni delle concessioni demaniali agli stabilimenti balneari esistenti, durata tra i 20 e i 30 anni per le nuove concessioni, creazione di un marchio di qualità per le imprese balneari toscane, e istituzione di un fondo apposito per la gestione e la manutenzione della costa”.

Quanto agli ambulanti, “noi siamo categoricamente contrari a rimettere a bando tutte le concessioni, con la prospettiva che fondi di investimento e multinazionali arrivino a Firenze e in Toscana a fare shopping di banchi e chioschi – sottolineano i due esponenti di Forza Italia – Ne va del destino di migliaia di famiglie”. La Toscana è la regione del centro nord con la più elevata densità di esercizi ambulanti rispetto alla popolazione residente: un giro d’affari di oltre un miliardo di euro, 700 mercati, quasi 11mila esercizi (4200 solo a Firenze) e più di 13mila addetti. “Il vero punto della questione – evidenziano Stella e Cellai – è che serve un deciso intervento politico a livello nazionale, per togliere stabilimenti balneari, fiere, chioschi e mercati ambulanti dalla Bolkestein”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi