Si è svolta ieri, in diretta su Rai Parlamento, l’interrogazione del Senatore di Forza Italia Massimo Mallegni al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini. Questioni principali sicuramente i tempi di realizzazione della variante Aurelia Tirrenica e il potenziamento delle linee ferroviarie.
Noi lavoriamo sull’argomento delle infrastrutture strategiche del paese da molto tempo – ha affermato il Senatore forzista – battagliando in Commissione VIII per portare l’attenzione su quelle opere che rendevano poco democratica la politica infrastrutturale del Paese. Ci sono infatti intere realtà del territorio che non usufruiscono di una viabilità all’altezza delle esigenze della modernità: dall’alta velocità – per quanto riguarda la ferrovia – alla questione autostrade, viabilità o – nella fattispecie – varianti, come l’Aurelia per quello che riguarda la Tirrenica, che è una sorta di moncone tra il Lazio e la Liguria che impedisce il transito in totale sicurezza, come avviene in altre parti del territorio”.

La paura è infatti quella che la variante Aurelia-Tirrenica diventi una nuova Salerno-Reggio Calabria – come ricorda Mallegni -, discussa da decenni ma di fatto lasciata a sé stessa senza interventi concreti.

E’ per questo motivo che noi abbiamo predisposto – ha continuato l’azzurro – questa richiesta. Nonostante il continuo lavoro di elaborazione e collaborazione con lei, Ministro, riteniamo giusto rendere noto alla comunità l’impegno che questa maggioranza sta mettendo in questa direzione. Chiediamo quindi formalmente a Lei date sulla progettazione e realizzazione della variante Aurelia-Tirrenica e, per quanto riguarda l’alta velocità, una preghiera: nel frattempo, per dare dignità ai passeggeri che utilizzano la rete ferroviaria italiano, anche nel tratto della Tirrenica, mandiamo in pensione i vecchi pendolino e piazziamo un ETR1000 che, sicuramente andrà a media-bassa velocità, ma almeno offrirà qualità per un trasporto moderno che l’Italia porta avanti già in altre realtà.

Ultimo, ma non per importanza, la questione del ristoro per i bus turistici del prossimo anno. La categoria sta aspettando questo finanziamento non ancora arrivato e che meriterebbe un po’ più di attenzione da parte degli uffici”.

Soddisfacenti le risposte del Ministro Giovannini che vanno nella stessa direzione delle richieste di Forza Italia: “Confermo grande attenzione sullo sviluppo delle interconnessioni autostradali e ferroviarie del versante tirrenico. Il Ministero sta procedendo alla revisione del rapporto concessorio con il concessionario SAT, al fine di assicurare il riequilibrio economico finanziario e accelerare la sottoscrizione della nuova concessione” ha affermato il Ministro Giovannini.

La legge di bilancio ha previsto infatti l’erogazione di un contributo pubblico di 200 milioni di euro per il periodo 2022-2026 ed ha previsto, entro il 31 gennaio 2022, un piano economico finanziario predisposto in conformità alla disciplina regolatoria”.

Grande somma, quindi, quella che il Governo ha investito per migliorare e risolvere la situazione della variante Aurelia-Tirrenica e, per la realizzazione, si aspetta solo SAT, tenuta – appunto – a presentare la documentazione entro poche settimane. Allo stesso tempo, come conferma il Ministro, è stata stanziata la somma di 36,5 milioni di euro al fine di ridurre i tempi di realizzazione mediante l’assunzione di un Commissario Straordinario al fine di monitorare e procedere spediti ai lavori.
Per quanto riguarda la ferrovia tirrenica – ha asserito Il Ministro delle infrastrutture – sono in atto interventi di potenziamento prestazionale tra La Spezia e Genova, nonché di rinnovo tecnologico nella tratta Genova-Firenze. RFI ha inoltre comunicato l’intenzione di fare specifici studi per procedere alla velocizzazione della linea. Stesso tipo di intervento anche nelle tratte comprese tra Pisa e Firenze”.

Per quanto riguarda gli ART1000 – ha concluso – sono adatti alle linee ad alta velocità, ma stiamo cercando di sfruttarli anche nelle diverse tratte”.
In conclusione: 200 milioni stanziati per la Tirrenica e potenziamento del tratto ferroviario, nonché interventi di velocizzazioni per altre tratte come quelle toscane che coinvolgono il capoluogo toscano: “Sono soddisfatto di queste scelte –ha terminato anche il Senatore Mallegni – e anche dell’intervento sulla linea che riguarda Firenze, importantissima anche per i trasporti legati all’aeroporto”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi