“Il caso Cucchi è un caso di omertà di gruppo da parte dei soggetti coinvolti. Siamo di fronte ad un abuso evidente da parte di soggetti che non hanno onorato l’Arma dei Carabinieri di cui fanno parte. Prendere uno e portarlo in caserma per malmenarlo fino alla morte è un atto delinquenziale. In ogni famiglia c’è sempre qualcuno che sbaglia, l’importante è riconoscerlo. Vanno condannati i singoli. La posizione del Governo e del Generale dell’Arma dei Carabinieri di costituirsi parte civile nel processo è una presa di distanza netta. Alla famiglia di Cucchi va il nostro rispetto”:

è quanto ha detto il Senatore, Massimo Mallegni parlando a Omnibus (La7) del caso Cucchi. Il vice presidente del gruppo a Palazzo Madama ha proposto di “raddoppiare le pene per chi svolge una funzione di sicurezza e tutela del territorio”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi