“Più che un decreto semplificazioni questo che approvate stasera è un decreto complicazioni”. Lo ha detto in dichiarazione di voto al Senato il vicepresidente dei senatori di Forza Italia Massimo Mallegni, che poi ha aggiunto: “E dire che il decreto Semplificazioni, esaminato per la prima volta in Commissione il 22 dicembre 2018, aveva contenuti condivisibili che noi di Forza Italia non avremmo mai potuto contrastare. Invece, dal giorno della ripresa dei lavori, il 7 gennaio 2019, il decreto ha avuto – ha osservato Mallegni – un percorso a ostacoli davvero surreale fatto di continue e reiterate convocazioni e sconvocazioni delle sedute. Un percorso servito soltanto alla maggioranza e al governo per ingrassare il provvedimento in modo smisurato e con una procedura illegittima. Dopo venti giorni di tira e molla sono stati approvati decine e decine di emendamenti poi quasi tutti dichiarati inammissibili dalla presidenza del Senato. Adesso approvate un decreto che comunque contiene misure molto negative che affossano le imprese, quelle balneari per esempio, misure che invece di aiutare le aziende rischiano di azzopparle. Il mondo produttivo ormai guarda a questo governo con terrore. Dopo la dichiarazione della Relatrice Pirovano (Lega), la quale ha affermato che se prima era titubante oggi la scelta di un governo con i 5Stelle è quella giusta, dico agli amici della Lega che non siamo più noi a voler stare con loro”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi