“Penso che l’Italia sia uno stato sovrano e che non abbia bisogno di fare accordi, né espliciti né impliciti, con uno Stato straniero per approvare o meno una legge, bastano e avanzano il concordato e i patti lateranensi”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in merito ad alcuni retroscena comparsi oggi sui quotidiani e che raccontano di un sedicente accordo tra il governo italiano e il Vaticano per un via libera alla legge sullo ius soli entro la fine dell’anno. “Detto questo, facciano pure, lo dico in maniera un po’ provocatoria, perché se il governo forzerà sullo Ius soli ci sarà una  grande battaglia democratico-parlamentare e nel Paese. Faremo tutto quello che si può fare secondo le regole democratiche per impedire che diventi legge.

Se il governo forzerà la mano, il Paese sarà informato in diretta di quello che sta succedendo, e siccome tutto questo avverrà di fatto in campagna elettorale, sarà un buon viatico per la vittoria elettorale del centrodestra unito. Semmai la legge, con grandi forzature, fosse approvata, immediatamente dopo procederemo con la raccolta di firme per il referendum abrogativo, durante la campagna elettorale. Ecco, credo che  questo comportamento democratico da parte del centrodestra, serio, di trasparenza, di comunicazione nei confronti del Paese in campagna elettorale spingerà la gente a chiedersi dove stare, se da una parte o dall’altra, se dalla parte dell’immigrazione clandestina o dalla parte di  chi vuole preservare  la società, la sicurezza, lo stile di vita degli italiani, e un’accoglienza sostenibile.

Naturalmente considerando che il nostro non è un Paese egoista, ma un Paese accogliente e democratico, che già concede oltre 200mila cittadinanze all’anno. Il nostro è un Paese che ha già quasi cinque milioni di immigrati: di questi solo 1,8 milioni lavorano, 2,1 milioni hanno il permesso di soggiorno, ma non un lavoro regolare, mentre gli ‘irregolari-irregolari’ sono più di 1 milione. In questa situazione di costi/benefici della nostra immigrazione, squilibrata dalla parte dei costi, una cattiva legge come lo ius soli si presenta come eversiva e provocatoria”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi