52 disegni di legge presentati di cui 6 come primo firmatario tra cui superamento della Bolkestein e l’obbligatorietà delle cinture di sicurezza sui bus scolastici, 16 interventi tra aula, commissioni ed assemblee tra cui il celebre botta e risposta con il Premier Conte, 16 mozioni, 17 interrogazioni, 332 emendamenti, 3.121 votazioni (96,8%): sono i “numeri” delle prestazioni di Massimo Mallegni al Senato della Repubblica un anno dopo la vittoria nel collegio uninominale Lucca e Massa Carrara. Il tre volte sindaco di Pietrasanta, Vice Presidente del gruppo a Palazzo Madama, membro della 8° commissione lavori pubblici e comunicazioni, è uno degli uomini di punta di Forza Italia in aula e fuori. E’ stato membro anche della commissione speciale per gli atti urgenti presentati dal Governo tra il marzo e giugno dello scorso anno in seguito ai fatti del ponte Morandi di Genova.

Mallegni è rimasto fedele al suo impegno con il territorio raccogliendo e traducendo in mozioni, interrogazioni e proposte le indicazioni che sono arrivate da cittadini, imprese, associazioni e categorie. Portano la sua firma due disegni di legge in materia di giustizia molto dibattuti come la modifica all’articolo 55 del codice penale in tema di esclusione della punibilità per eccesso colposo, le modifiche al codice di procedura penale in tema di inammissibilità di ricorso. Ed ancora il ddl per modificare la legge in materia di riordino delle camere di commercio voluta dal governo Renzi e sollecitata dagli enti camerali toscani ed una sulla tutela e prevenzione sull’utilizzo distorto dei servizi informatici che attende di essere presentato in aula già ribattezzato ddl contro selfie-killer. Mallegni ha votato contro il reddito di cittadinanza, il decreto semplificazioni e la legge di bilancio. “Questa esperienza mi ha dato moltissimo e ringrazio coloro i quali mi hanno tributato il loro consenso. In questi mesi – spiega il Senatore – mi sono messo al servizio di tutti, ho aperto tre sedi di incontro e confronto in Mediavalle, Lucca e Pietrasanta oltre alla Sede di Viareggio aperta e sostenuta dagli amici di Viareggio. Nei prossimi giorni toccherà a Massa per essere ancora più vicino al territorio apuano”. Mallegni è critico nei confronti del Governo: “La mia esperienza si è purtroppo scontrata con un governo ottuso e incompetente, lontano dalle reali esigenze delle imprese e delle famiglie. Salvo solo l’attività di contrasto all’immigrazione anche se mancano i provvedimenti per attuarla come ad esempio quello per la chiusura dei porti”. Tra le “battaglie” ci sono Bolkestein e non solo: “La proroga delle concessioni per balneari e ambulanti è una battaglia quasi vinta – per i balneari e l’uscita definitiva per gli ambulanti. Sono orgoglioso del provvedimento per le cinture sugli scuolabus e per per l’emendamento che ha sbloccato i fanghi da depurazione che avevano rischiato di far collassare sistema delle città”. Mallegni parla anche del Pd: “La battaglia è appena iniziata e con la ripresa a sinistra del Partito Democratico credo che siamo solo all’inizio. Per quanto mi riguarda tornerei a votare domani, non nel mio interesse ma per quello dell’Italia e degli italiani”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi