“Ripongo nella Magistratura la più ampia fiducia. Con le regole e gli strumenti che la politica gli ha fornito svolgono il loro lavoro. Niente di più, niente di meno. Sono vicino ad Armado Siri in questo momento delicato della sua esperienza politica. Ha tutta la mia solidarietà”: è il commento di Massimo Mallegni, Senatore di Forza Italia in merito all’indagine aperta dalla Procura di Roma su una presunto caso di corruzione che vedrebbe coinvolto il sottosegretario della Lega. “L’Italia è un paese in cui un avviso di garanzia vale una condanna è in questo modo non si aiuta ne la magistratura ne gli indagati a svolgere con serenità i propri atti. – spiega il vice presidente dei senatori del gruppo a Palazzo Madama – Mi permetto inoltre di dire di provare profondo schifo per il giustizialismo dei 5 Stelle espresso da Di Maio, che ovviamente non mi sorprende. Ma il peggio di tutti è in assoluto Toninelli, l’inutile e inadeguato ministro delle infrastrutture e trasporti che con paura è vigliaccheria ha revocato le deleghe a Siri. Se non avessi già presentato la mozione di sfiducia contro di lui lo rifarei domani”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi