Fiscalità, turismo, infrastrutture: tanti i temi sul tavolo nell’incontro organizzato lunedì pomeriggio a Viareggio, nella sala meeting del Palace Hotel, dal coordinamento locale di Forza Italia con i rappresentanti delle associazioni dei commercianti e della piccola e media impresa, al quale hanno partecipato anche il Senatore Massimo Mallegni, il capogruppo in consiglio regionale Maurizio Marchetti e il capogruppo in consiglio comunale Alessandro Santini.

“Siamo contrari all’obbligo di chiusura domenicale e nei festivi degli esercizi commerciali: abbiamo proposto di escludere i comuni turistici e le città di interesse culturale” ha dichiarato Mallegni in apertura dei lavori. “Voi dovete investire per modernizzare le vostre attività – ha risposto Mallegni – e il Governo deve far sì che un colosso del commercio elettronico, in Italia, abbia la stessa tassazione della piccola azienda. E sulle aperture domenicali, per noi, resta basilare la libertà di scelta”.

Sul fronte fiscale, apprezzate le iniziative di Forza Italia in Parlamento: “Abbiamo presentato tre disegni di legge per chiedere al deducibilità al 100% di tutte le somme pagate dalle imprese a titolo di Imu e per i beni strumentali – riferisce Mallegni – ne attendiamo ancora oggi la calendarizzazione. Inoltre, ho presentato in Senato un ddl a mia prima firma e con le coperture richieste per un’aliquota unica del 23%: nelle fasce individuate dal Governo nell’ultima versione del Def, infatti, rientrano solo pochissime aziende”. In materia di fatturazione elettronica, il coordinatore locale Marco Dondolini si è fatto “portavoce” della deputata Deborah Bergamini (assente giustificata, causa convocazione in Commissione Trasporti per il Decreto Genova) riferendo di un’interrogazione a risposta immediata che ha chiesto al Ministero dell’Economia di posticipare l’obbligo al 2020 differenziandolo in base alle dimensioni delle imprese o all’ammontare del fatturato.

Sul turismo, perplessità generale per il modello di governance impostato dalla Regione Toscana: “Arrivano gli ambiti territoriali – ha sottolineato il consigliere regionale Maurizio Marchetti – e toccherà ai Comuni che fanno parte di ciascun Ato farlo decollare. La parte operativa, però, passerà sempre attraverso Toscana Promozione, con il pericolo che si crei un imbuto e che nulla cambi rispetto a oggi. Sarebbe stato più opportuno, pur all’interno di una concertazione di livello regionale, lasciare maggiore indipendenza agli enti locali, per agire secondo le necessità dei singoli territori”. Marchetti ha offerto la propria disponibilità alle associazioni per organizzare incontri specifici con i referenti per le imprese di Toscana Promozione Turistica.

Richiesto dagli operatori, infine, un aggiornamento sulla Bolkestein: “Da due settimane – ha concluso Mallegni – ho chiesto al ministro Toninelli risposte precise, anche con lettera firmata insieme a Maurizio Gasparri. A parte un messaggio di disponibilità al confronto ricevuto su WhatsApp, siamo ancora in attesa di essere convocati”.

Contattami
WhatsApp
Messenger
Messenger
Whatsapp

Aggiungi il numero ai Contatti sul tuo telefono e inviaci un messaggio tramite app.

Scrivici su:

+393490986892

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Aiutaci a far crescere MassimoMallegni.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi